PIU’ FORTI CONTRO IL PARKINSON

Associazione
Italiana
Parkinsonhttp://www.parkinson.it/

     Home               Attività                Eventi              Contatti e sostegno             La malattia di Parkinson

SEZIONE DI LUCCA

 

James Parkinson

1755-1824

La malattia di Parkinson è un disturbo del sistema nervoso centrale caratterizzato principalmente dalla degenerazione di alcune cellule nervose (neuroni) situate in una zona profonda del cervello denominata sostanza nera.

Queste cellule hanno la funzione di produrre dopamina, un neurotrasmettitore responsabile dell'attivazione di un circuito che controlla il movimento. Con la riduzione di almeno il 50% dei neuroni dopaminergici viene a mancare un’adeguata stimolazione dei recettori, cioè delle stazioni dove arrivano i messaggi dei neurotrasmettitori.

I sintomi si manifestano con tremore, bradicinesia, rigidità muscolare, instabilità posturale. Mano a mano che i livelli di dopamina diminuiscono nel cervello per il progredire della malattia, i sintomi diventano via via più gravi.

I sintomi possono comparire a qualsiasi età, anche se un esordio prima dei 40 anni è insolito e prima dei 20 estremamente raro. Nella maggioranza dei casi i primi sintomi si notano attorno ai 60 anni di età.

Il motivo per cui questi neuroni rimpiccioliscono e poi muoiono non è ancora noto, ed è tuttora oggetto di ricerche.

La malattia di Parkinsons non è che una delle sindromi parkinsoniane o parkinsonismi. Parkinsonismo è il termine generico con cui si identificano sia la malattia di Parkinson vera e propria che tutte le sindromi che si manifestano con sintomi simili.